Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2014

Figli del cuore

1 giugno: in Mozambico si festeggia "o dia da criança" (il giorno del bambino).  Per ricordare questa festa dedicata ai "semi di oggi che sono i fiori di domani", i bambini - appunto!- speranza dell'umanità, condivido l'esperienza che ho vissuto nella "casa del gaiato". 

La “casa do gaiato” è una struttura di accoglienza per ragazzi di strada che il treno della vita ha lasciato indietro o ha lasciato scendere… fuori stazione. Sorge nel cuore di un’estesa area "verde", in cui spuntano case di accoglienza che fanno da corona a una splendida chiesa a forma di capanna africana: la casa di Dio che allarga i suoi paletti perché ogni uomo, e specialmente i “piccoli”, possano trovare rifugio.

Vi vivono circa 130 ragazzi abbandonati o orfani, sfavoriti dalla vita, persone che non contano molto agli occhi del mondo, ma che si aprono alla bellezza della vita grazie ad un cuore di padre e di madre nella persona di un anziano sacerdote portoghese e di un…

Xindire

Xindire è il nome locale per indicare un gioco simplicíssimo e molto divertente, meglio conosciuto come trottola in italiano e "pião" in portoghese. 
I bambini si divertono molto e con poco! 



Il materiale necessario è un bastoncino di legno, una striscia di gomma per legare alla punta del bastone una corda sottile, un pezzo di legno che fa da trottola e poi... tanta energia per seguire i giri della trottola e farla volteggiare sempre di più, colpendola alla base con il "frustino" di corda. 





                    Guardiamo un po'...




A me questo gioco fa ricordare le cose semplici della vita e come basta poco per potersi divertire e stare insieme!!!



Ave Maria

Alcune settimane fa, un detenuto della Prigione Centrale di Maputo mi chiede se possiamo cominciare a recitare il rosario in carcere. 
Ho accolto con molta gioia la richiesta e gli ho proposto di organizzare la preghiera, chiedendo ad altri detenuti se erano interessati a tale iniziativa. 


Mercoledì 7 maggio, ci siamo ritrovati, alle 10.30, nel garage ove la comunità cattolica del carcere prega di solito e, attorno ad una piccola e bellissima statua della Madonna di Fatima, ricevuta in dono dal Santuario stesso di Fatima, abbiamo iniziato a pregare con un gruppo di 17 prigionieri. 

Grazie ad un piccolo deposito di corone del rosario, ricevute in dono dall'Italia, ciascun detenuto ha potuto stringere tra le mani questa "catena di salvezza" che unisce il cielo e la terra. 
Ho spiegato loro alcune caratteristiche della antichissima devozione del rosario e ci siamo poi "lanciati" tra le baccia di Maria, accompagnati da canti in portoghese e in ronga, dialetto del sud d…

Nasce il Settore dell'educazione...

Giovedì 1° maggio, festa dei lavoratori, la nostra parrocchia ha organizzato un incontro di formazione dedicato agli insegnanti delle scuole primarie e secondarie per “lanciare”, a livello della Commissione parrocchiale della Pastorale Sociale, il Settore dell’Educazione. È così chiamato il settore pastorale che si occupa di accompagnare la dimensione scolastico-formativa dei ragazzi e giovani della parrocchia e di seguire quest’ambito delicato della crescita umana, tentando di infondervi i valori evangelici.
Trenta insegnanti hanno risposto positivamente all’invito e il tema, dibattuto da due conferenzieri, è stato: “L’attuale scuola del Mozambico serve per lo sviluppo del Paese? Quali piste per una formazione efficace?”

Suor Susanna, delle suore Francescane “Hospitaleiras” e il prof. José Castiano, dell’Università Pedagogica di Maputo, hanno trattato il tema.

Serve una scuola che curi l’educazione in modo più olistico, globale, attento alla persona che si deve educare oltre che ai con…