Passa ai contenuti principali

Creati dall'Amore, nell'Amore e per l'Amore!


"Creati dall'Amore, nell'Amore e per l'Amore!"
Questo il titolo del corso di "affettività e sessualità" che abbiamo iniziato nel Carcere Centrale di Maputo. 
Circa 80 detenuti hanno partecipato al primo incontro di questa formazione umana integrale prevista dal programma di riabilitazione e reintegrazione "Laboratorio della Libertà" che sto animando nelle carceri in cui presto servizio. 
Siro e Luciana Nakashima, una coppia brasiliana della Comunità Missionaria di Villaregia, in servizio volontario a Maputo per un anno con i loro tre figli e esperti in questa tematica, stanno offrendo il corso al quale i partecipanti hanno mostrato una adesione entusiasta e attenta come si è visto dalle domande che hanno posto. 









"Criados pelo Amor, no Amor e para o Amor": este é o título do curso "Afetividade e " que começamos na Prisão Central de Maputo.
Cerca de 80 presos participaram na primeira reunião desta formação humana integral no programa de reabilitação e reintegração "Laboratorio da Liberdade" que estou animando nas prisões em que presto serviço.

Siro Nakashima e Luciana, um casal brasileiro da Comunidade Missionária de Villaregia, em serviço voluntário em Maputo por um ano com os seus três filhos e especialistas neste assunto, eles estão oferecendo o curso no qual os participantes mostraram uma adesão entusiástica e atenta como se percebeu pelas perguntas que colocaram.





"Créés par l'Amour, dans l'Amour e pour l'Amour"
Cela est le titre du cours "affectivité et sexualité" que nous avons commencé à la prison centrale de Maputo.
Environ 80 détenus ont participé à la première réunion de cette formation humaine intégrale dans le programme de réabilitation et de réinsertion "Laboratoire de la Liberté" que je suis en train d'animer dans les prisons où je vis mon service missionnaire.

Siro Nakashima et Luciana, un couple brésilien de la Communauté missionnaire de Villaregia , au service volontaire à Maputo pour un an avec leurs trois enfants et experts dans ce sujet, ils offrent le cours dans lequel les participants ont manifesté une adhésion enthousiaste et attentive comme nous l'ont montré par les questions qui ont posés. 






Commenti

Post popolari in questo blog

Il piccolo venditore di banane

Ieri, tornando dalla città, mi sono fermato lungo la strada che conduce dal centro di Maputo alla periferia, per comprare delle banane. 
Le bancarelle di frutta sono dei carrettini tirati dalle persone, stazionati lungo la strada uno dietro all'altro. 
Da lontano ne scelgo uno a caso. Avvicinandomi con la macchiana, intravedo un uomo seduto su di un muro, con il carrettino a pochi metri, e penso sia lui il proprietario. Normalmente all'avvicinarsi di un cliente, questi venditori subito corrono per non perdere l'occasione di vendere.  
Stranamente il mio non si muove. Fermo la macchina e lo guardo per pochi secondi, chiamandolo con lo sguardo meravigliato per il fatto che non si avvicinasse. 
Mentre guardo indietro fissando quell'uomo, mi appare dal finestrino della macchina un pezzo di volto di un bambino che, per la poca altezza, non raggiunge neanche il finestrino. 
La mia sorpresa è stata grande quando gli ho chiesto se fosse lui il venditore di banane. "Si" - …

7 aprile, Festa della donna del Mozambico

Josina Machel (da nubile, Josina Muthemba ), in gioventù, ha integrato il movimento "Fronte di liberazione mozambicano" (FRELIMO) che ha lottato per l'indipendenza del suo paese. Nel 1969, sposò Samora Machel. Morì il 7 Aprile 1971, a causa di una malattia. Con l'indipendenza del Mozambico, questa data è stata istituita come Festa della Donna del Mozambico .
Josina è considerata un modello di ispirazione per il movimento delle donne. Nella lotta per la liberazione del Mozambico, ha svolto un ruolo molto importante. E' stata una delle fondatrici del distaccamento delle donne, Direttrice degli Affari sociali e responsabile della Sezione femminile presso il Dipartimento degli affari esteri della FRELIMO.  A Cabo Delgado, nel nord del Mozambico, era a capo delle donne che si prendevano cura dei bambini rimasti orfani o i cui genitori erano assenti, perchè occupati nella lotta per la liberazione nazionale condotta dalla FRELIMO. 
Affrontando la questione delle donne e del…

Il regalo più bello

Il giorno del mio compleanno, ho vissuto una bella avventura della Provvidenza, lezione di vita che ti porti dentro e sulla quale pensare per molto tempo. 
Permettete che ve la racconti...

All'angolo della strada sterrata della nostra missione, ogni giorno da circa un anno, appare una mamma con il suo bambino "appeso" alle spalle. 
Il bambino si chiama Anderson e la mamma Artemisa. 
Sotto il sole cocente, tra i mulinelli sabbiosi della calura mozambicana o bagnata dalla pioggia stagionale... Artemisa è li a vendere la frutta per tirare avanti la situazione della sua famiglia. Il marito, infatti, ha perso il lavoro. 
Ho invitato Artemisa ad entrare nella nostra casa per mangiare un pezzo di dolce in occasione del mio compleanno. 
Dopo qualche ora viene con il suo bambino "alle spalle" e, appena si avvicina, mi mette tra le mani un pezzo di carta che avvolge un regalo. Lo apro e vi trovo 100 meticais (un euro e mezzo). 
Per Artemisa è il guadagno di una dura giornata di…