Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2015

Il giorno di Pentecoste...




Il giorno di Pentecoste l'ho cominciato contemplando una bellissima alba nella Casa del Gaiato, un centro di accoglienza per bambini di strada e orfani.
Il sole sorge con i suoi caldi raggi a illuminare il mondo come lo Spirito Santo che, con la sua luce, irrompe nel buio delle nostre vite per infondervi la luce di Dio.
La messa è stata un'esplosione di gioia e di canti. Si sono uniti ai ragazzi della Casa del Gaiato anche le bambine e le ragazze di un orfanotrofio femminile poco distante. 
Prima della celebrazione vedo un bambino che gira nel giardino alla ricerca di qualcosa. Mi incuriosisce la scena e rimango nei paraggi a pregare. Mentre passeggio con il breviario tra le mani, riappare il ragazzino con uno splendido bouqué di fiori.
Tutto felice me lo mostra con un sorriso e mi dice che è per Gesù!
Mi ha commosso profondamente quel pensiero "per Gesù". Dopo un po' vado in cappella e vedo lo splendido bouqué appoggiato al calice sull'altare.
Mi sono rico…

Matias e Maria

Venerdì: una giornata come sempre! Alzata alle 5.00 per andare nel carcere di Boane a circa 70 km dalla missione. Mi aspetta l'incontro "antico e sempre nuovo" con i giovani reclusi. Con una cinquantina di loro facciamo il corso di "Affettività e sessualità", previsto nel programma di formazione della Scuola di Vita.  Alle 14.30 circa ritorno a casa, ben stanco per via dell'intenso traffico di Maputo e degli ultimi calori estivi che stanno cedendo il passo al fresco autunnale mozambicano.  All'entrata della missione il guardiano mi attende per dirmi che una signora vuole parlare con me. Il passo ben svelto e il volto alquanto serio, seppur ben camuffato dietro un sereno "boa tarde" (buon pomeriggio), mi annunciano una notizia non positiva.  Dopo lo scambio di saluti, Maria, la sposa di Matias, mi dice lapidariamente: "padre sono qui per chiedere aiuto per Matias. Mi ha chiamato un vicino di casa dicendomi che non parla, non riesce a camminar…

Fine corso!

3 settimane di amicizia,
3 giorni di incontro,
10 ore di formazione... per circa 70 giovani e adulti della prigione Centrale di Maputo ove Ciro e Luciana, una coppia brasiliana di sposi missionari della Comunità di Villaregia, hanno realizzato il Corso di Affettività e Sessualità.
L'interesse è stato molto alto. La partecipazione attenta e ricca di domande è stata un segno che il tema era adatto alla vita di questi fratelli.
Uno dei detenuti ha detto: "se avessi saputo queste cose tempo fa, non avrei commesso tanti errori".
Un giovane ha chiesto la parola per ringraziare Ciro e Luciana: "Grazie di essere venuti a consolarci in questo luogo e a formarci. Chiediamo a Dio di benedire la vostra famiglia e che il vostro matrimonio sia sempre benedetto".
A conclusione, abbiamo tirato la classica foto di gruppo per ricordare questi momenti molto intensi vissuti insieme.