Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2015

43 anni: Grazie Signore!

Oggi compio 43 anni e il Signore mi ha permesso di viverli in un modo stupendo: ieri sera, vigilia del mio compleanno, sono stato nella Casa del Gaiato, una casa per ragazzi orfani e abbandonati. 









Con Michele Permunian, un amico volontario italiano e Bana, una volontaria spagnola, abbiamo cucinato una pastasciutta con sugo al tonno e una pizza per tutti. 



E' stata una festa di allegria, 
sorrisi e una scorpacciata per tutti i ragazzi. 


Stamane abbiamo spento la candela insieme con il più piccolino della casa. E poi una pioggia di auguri: pace, amore, coraggio, forza e tanti grazie. Davanti a tanto amore mi è nata nel cuore una parola che si è trasformata in lacrime di gratitudine: Grazie Signore!!!

Deus te ama

Da pochi giorni è uscito dal carcere Francisco (pseudonimo) dopo quattro anni di reclusione.
Una storia di ferite che lo hanno portato all'orlo del suicidio. Entrato in carcere senza speranza e senza voglia di reagire alla vita, Francisco ha incontrato l'Amore di Gesù dietro le sbarre.
Questo gli ha letteralmente stravolto l'esistenza... in positivo!
Il suo impegno principale è stato quello di leggere tutta la Bibbia durante gli anni di prigionia. Leggendo la Parola di Dio, racconta Francisco, la sua vita è cambiata. Ha ritrovato la voglia di andare avanti, di non guardare più al passato.
Oltre alla preghiera, in carcere, Francisco è entrato nel programma di sviluppo umano-spirituale "Laboratorio della libertà" ed ha imparato, tra l'altro, a fare borse con tessuto reciclato.
Il ritorno in società non è facile; lo stiamo accompagnando per aiutarlo a continuare il lavoro imparato in carcere e ad approfittare delle sue capacità.
Quando mi dava la pace durante la…